Fabio News

 FabioNews

 Servizio personalizzato e partecipativo di informazione.

Questo servizio non puo' e non vuole fornire un'informazione completa ma piuttosto cercare di diffondere qualche notizia o punto di vista interessante che non passa nei grandi media !!
Menu navigazione
OPERAZIONI 

ISCRIVITI
al servizio

Modifica la tua iscrizione

MENU' ISCRITTI 

Accesso Archivio Personale

ACCESSO NOTIZIE 

Cerca in Archivio

Ultime Notizie

APPUNTAMENTI
Torino Vive

Schede Paesi

INFORMAZIONI 

Redazione
(chi siamo)

Il Progetto
(come funziona)

Fonti principali

Liste argomento


Novita' Fabionews

LINKS 

Siti amici


Siti consigliati

LISTE ARGOMENTO 
Informazione sull'Informazione
America Latina - IT
America Latina - ESP
Torino Vive
Ecologia - Ambiente
Basta Guerre
Il Sud ci dice
InfoLavoro
Politica Italiana
Open Source
Un Altro Mondo Possibile
Grandi Opere
Geopolitica del Caos
Chiese e Religioni
Collusi con la Mafia
Extra Comunitari
COMINCIO IO
Piezz' e Core
Tu vu' fa' l'AmeriKano
Spettacolare
Notizie al Femminile
Cooperando...
Legalize It
Il resto del mondo
Africa
Riso Amaro
comunicazioni Admin
Castellano hablantes
Bau, Miao, etc..
Comincio IO Web
L'Europa s'e' desta
Good news
InformaLocale
Il Bel Paese
Palestina
Scuola e educazione
Vacanze Intelligenti
Mio e Nostro - Economia
Salute!


FabioNews aderisce a Riconoscilaviolenza

Perchè passare a Linux

 

APPUNTAMENTO SELEZIONATO
 
ATTENZIONE FabioNews è EVERSIVO !!!
Inserito da:FabioNews info@fabionews.info in data:2013-09-10 16:06:18

Attenzione, Attenzione...

Segnaliamo a tutti gli iscritti che siamo diventati un'associazione EVERSIVA !!

Almeno questo è quello che pensa "Lo Spiffero"!! (articolo riportato al fondo della mail)

In realtà "Lo spiffero" fa un pò di confusione e un bel pò di "terorismo mediatico" (preventivo per giustificare le future repressioni?); non è la prima volta che per inseguire lo scoop e il sensazionalismo degenera fino a rendersi RIDICOLO (anche se non ci fa ridere!)...

L'appello al quale si riferisce è questo; nasce dalla nostra partecipazione alla due giorni "Unire le lotte" svoltasi a Torino lo scorso 29-30 giugno.

In questa occasione è scaturita da più parti l'esigenza di coordinarsi e dialogare perchè questo può dare una maggiore forza e visibilità alle varie lotte particolari.

Tra i vari modi per realizzare questa sinergia è stato proposto di individuare una giornata nella quale ciascuna realtà in concomitanza con le altre promuova sul proprio territorio un'iniziativa di lotta, con le modalità che ritiene più opportune per coinvolgere al massimo gli abitanti e creare così una dimostrazione di forza che possa contrastare efficacemente le decisioni del potere.

La data per questa giornata di "lotta" inizialmente fissata per il 5 Ottobre è stata spostata al 12 Ottobre per unirsi alla proposta scaturita dalla riunione di movimenti e comitati sul monte amiata tenutasi dal 10 al 14 Luglio (nell'appello da noi firmato nessuna allusione alla manifestazioen del 19 a Roma, tra l'altro).

Ma cosa c'è in tutto questo di così "Eversivo"?

Evidentemente l'idea di"unire le varie realtà più o meno organizzate che in tutto il nostro paese si oppongono all'idea del pensiero unico dominante ... un pò come tentò di fare il "movimento NoGlobal" che scaturì nella grande manifestazione contro il G8 a Genova nel 2001 è di per se eversivo...

Anche allora fummo additati come "pericolosi eversivi" e repressi come tali.

Non ci illudiamo, se queste iniziative andranno a buon fine non sarà solo "Lo Spiffero" a screditare e criminalizzare queste iniziative.... ma questo significa che siamo sulla buona strada e che il nostro sostegno non può che essere ancora più convinto!

Buone "lotte" a tutti

La Redazione

da: http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/la-marcia-su-roma-dei-no-tav-12409.html

 
AUTUNNO INCANDESCENTE

La marcia su Roma dei No Tav

Pubblicato Martedì 10 Settembre 2013, ore 9,02

Da Venaus parte l'appello a tutti i fronti di lotta per dar vita il 19 ottobre a una grande "sollevazione generale". Ulteriore conferma di come l'avanguardia che ormai egemonizza il movimento abbia obiettivi eversivi. Un fitto calendario di iniziative

“Il 19 ottobre vogliamo dare vita ad una sollevazione generale. Una giornata di lotta aperta, che si generalizzi incrociando i percorsi, mettendo fianco a fianco giovani precari ed esodati, sfrattati, occupanti, senza casa e migranti, studenti e rifugiati, no tav e cassintegrati, chiunque si batte per affermare i propri diritti e per la difesa dei territori”. Se qualcuno nutrisse ancora qualche dubbio sulla piega assunta dall’avanguardia del movimento che si oppone all’alta velocità Torino-Lione, il documento conclusivo stilato lo scorso primo settembre al termine dell’assemblea a Venaus dovrebbe fugarli del tutto. Si tratta di un vero e proprio appello alla “sollevazione”, chiamando nella capitale tutti i fronti di lotta, ovunque dislocati su territorio nazionale ed europeo. Una manifestazione che rappresenterà il clou di un fitto calendario di iniziative: “Il 12 ottobre con una giornata di lotta a difesa dei territori, contro le privatizzazione dei servizi pubblici e la distruzione dei beni comuni e mobilitazioni diffuse per il diritto all’abitare; il 15, con azione dislocate nelle città per uno sciopero sociale indetto dall’agenda dei movimenti trans-nazionali; il 18 con una manifestazione congiunta dei sindacati di base e conflittuali”.

In vista dell’appuntamento romano, domenica prossima, 15 settembre, si terrà a Milano, presso “Piano Terra Occupato” (via Confalonieri, 3) un’assemblea di “tutte le realtà interessate affinché suggeriscano le modalità di coordinamento e le iniziative di lotta più efficaci”, “per fare un punto e definire le fasi di avvicinamento alla giornata”. Si replica il 28 settembre all’Università La Sapienza. Ai siti vicini all’antagonismo il compito di diffondere l’appello: “Costruiamo l’assedio all’austerity e alla precarietà”. E la natura non proprio pacifica della mobilitazione è confermata dalle parole conclusive del documento valsusino firmato da un pugno di sigle: “No Tav Torino e cintura”, “No F35”, “No CMC”, “No Expo”, “No Muos Torino”, Associazione “Fabio News”: “Insorgiamo, riempiamo le città, i comuni, i quartieri, restituiamoci dignità, facciamo vedere la nostra rabbia a chi ci opprime, partecipiamo al cambiamento necessario di questa società!”.

Il timore è che il 19 ottobre costituisca la saldatura dei vari fronti del’estremismo e possa rappresentare l’occasione ideale per un ulteriore salto di qualità della guerriglia urbana. E per scongiurare il rischio che Roma possa essere messa a ferro e fuoco e lasciata per ore in balia dei violenti, come avvenne il 14 dicembre 2010, quando il centro della capitale fu teatro di scontri mentre il Parlamento votava la fiducia al governo Berlusconi, o il 15 ottobre 2011, quando i black bloc tennero sotto scacco per 5 ore la città, i vertici delle istituzioni e delle forze dell’ordine convocheranno nei prossimi giorni un summit sulla sicurezza.


 Fabio News

Siti Nel circuito di BannerEtico:

Il materiale di questo sito e' pubblico e reperito da Internet.
Se copiate, citate la fonte e gli autori. Il servizio di informazione via mail e' realizzato con PHPList - Webmaster FabioNews