Fabio News

 FabioNews

 Servizio personalizzato e partecipativo di informazione.

Questo servizio non puo' e non vuole fornire un'informazione completa ma piuttosto cercare di diffondere qualche notizia o punto di vista interessante che non passa nei grandi media !!
Menu navigazione
OPERAZIONI 

ISCRIVITI
al servizio

Modifica la tua iscrizione

MENU' ISCRITTI 

Accesso Archivio Personale

ACCESSO NOTIZIE 

Cerca in Archivio

Ultime Notizie

APPUNTAMENTI
Torino Vive

Schede Paesi

INFORMAZIONI 

Redazione
(chi siamo)

Il Progetto
(come funziona)

Fonti principali

Liste argomento


Novita' Fabionews

LINKS 

Siti amici


Siti consigliati

LISTE ARGOMENTO 
Informazione sull'Informazione
America Latina - IT
America Latina - ESP
Torino Vive
Ecologia - Ambiente
Basta Guerre
Il Sud ci dice
InfoLavoro
Politica Italiana
Open Source
Un Altro Mondo Possibile
Grandi Opere
Geopolitica del Caos
Chiese e Religioni
Collusi con la Mafia
Extra Comunitari
COMINCIO IO
Piezz' e Core
Tu vu' fa' l'AmeriKano
Spettacolare
Notizie al Femminile
Cooperando...
Legalize It
Il resto del mondo
Africa
Riso Amaro
comunicazioni Admin
Castellano hablantes
Bau, Miao, etc..
Comincio IO Web
L'Europa s'e' desta
Good news
InformaLocale
Il Bel Paese
Palestina
Scuola e educazione
Vacanze Intelligenti
Mio e Nostro - Economia
Salute!


FabioNews aderisce a Riconoscilaviolenza

Perchè passare a Linux

 

ARTICOLO SELEZIONATO
 
Palestina - Cambia Giro (d'Italia): aggiornamenti su situazione campagna
Inserito da:Gigi - FabioNews luigi.eusebi@poste.it in data:2018-02-08 17:37:08

Forse non tutti i gruppi e i contatti locali di BDS sono informati sui risultati (parziali) e gli obiettivi della campagna in corso #CambiaGiro.

Va fatta una considerazione preliminare: il fatto di avere centrato la campagna su Gerusalemme è stato assolutamente vincente: la disgraziata dichiarazione di Trump di rendere illegale l'illegale ha poi contribuito a puntare ancora più i riflettori su Gerusalemme e sulla occupazione militare. 

Ovviamente la centralità della questione di Gerusalemme resta tutta, e la nostra campagna ha messo in evidenza come Israele sfrutti anche lo sport come propaganda e per la normalizzazione.

La raccolta di firme europee ed internazionali avviata da ECCP è stata un grosso successo: 120 associazioni, gruppi, ong, di cui 40 italiani non è per niente male.

La risposta goffa e impacciata degli organizzatori del Giro di dichiarare la partenza da WEST JERUSALEM è da inserire nei manuali dell'ipocrisia. Ci ha pensato il governo israeliano, con la minaccia di ritirare il finanziamento, a mettere in riga RCS.

La successive lettere ad Unione Ciclistica Internazionale e Federazione Italiana Ciclismo hanno, tra l'altro, raccolto attorno al BDS un consenso credo mai visto finora. La campagna #CambiaGiro piace anche perchè può coinvolgere a livello locale ed è alla portata di tutti.

Sono arrivate adesioni, oltre che dai Paesi dove il ciclismo è molto popolare, anche da altri, quali Marocco, Malaysia, Portogallo, ecc.

In Italia,ricordo che UISP ha inviato una propria lettera, che ricalca la nostra, ed ha in programma di organizzare una corsa nei campi dei Palestinesi in Libano. Una ONG inglese sta organizzando una vera e propria gara a tappe in Palestina, con corridori professionisti.

Anche la rinuncia di alcuni importanti campioni, come lo stesso Vincenzo Nibali, a partecipare alla corsa è un segnale che non va sottovalutato.

Nel mondo del ciclismo la maggior parte degli atleti e dei loro sostenitori, nonostante l'entusiasmo un pò forzato e pompato degli organi di stampa di proprietà di RCS (e ci mancherebbe), la prevalenza è di contrarietà: Gerusalemme non è Europa, Israele non ha tradizione ciclistica, gli atleti sono sottoposti a uno stresse inutile, c'è un rischio di attentati, ecc.  Magari non sono le motivazioni che spingono noi, ma tantè.

La strumentalizzazione della figura di Gino Bartali è considerata intollerabile dalla grande maggioranza, ed infatti la biciclettata organizzata nella sua città natale è stata un grosso successo con notevole riscontro mediatico. 

LA CAMPAGNA PROSEGUE

Riassumo in breve le iniziative e le azioni che si stanno organizzando:

- E' in corso una raccolta di firme tra i Parlamentari europei, con un nuovo appello alla UCI, che ricalca quello già inviata da noi. Pare che finora abbiano aderito oltre 20 parlamentari.  A giorni sarà resa pubblica

- Stiamo cercando di organizzare azioni prima della partenza del Giro in particolare in occasione di gare ciclistiche che prevedono la partecipazione della squadra israeliano ICA. La prima è il Trofeo Laigueglia (v. sul sito BDS il comunicato al link); seguirà quella per la corsa Tirreno-Adriatico che parte il 7 marzo link

- Per il giorno 10 marzo è prevista una giornata di mobilitazione e sensibilizzazione internazionale con iniziative diverse nelle città aderenti: flash mob, lettere alle città che ospitano le tappe del Giro perchè chiedano lo spostamento da Gerusalemme/Israele, richieste analoghe agli sponsor (che hanno presenze locali), biciclettate.  Fateci sapere se e cosa riuscite a organizzare.

Se volete approfondire, ecco alcuni link a notizie recenti:

 

qualcosa sulla stampa http://www.sportfair.it/2018/02/trofeo-laigueglia-alcune-associazioni-scagliano-contro-presenza-israel-cycling-academy/675642/ https://www.pressenza.com/it/2018/02/trofeo-laigueglia-non-deve-complice-delloccupazione-israeliana/ Se tweetate #TrofeoLaigueglia Cambiando argomento,…

BDS Bologna - 7 febbraio 2018

 

Immagine incorporata 1

 

 


 Fabio News

Siti Nel circuito di BannerEtico:

Il materiale di questo sito e' pubblico e reperito da Internet.
Se copiate, citate la fonte e gli autori. Il servizio di informazione via mail e' realizzato con PHPList - Webmaster FabioNews